BENVENUTI  ::  CINEMA E TV  ::  INFORMATICA  ::  LETTERATURA  ::  MUSICA  ::  >  ::  PROFILO

Opinabile

è tutto ciò che scrivo, vedi tu se credermi o rendermi infelice...

martedì 10 novembre 2009

Bruce Springsteen Live/1975-85 - accadde oggi...




Data di pubblicazione: 10 novembre 1986
Tipo album: live
Genere: Rock
Artista: Bruce Springsteen & The E Street Band.

Così questa raccolta mi affascinò, fin dalla copertina. Allora, adolescente in erba, non avevo neanche un soldo per permettermi di comprarla ed i miei genitori non mi avrebbero mai finanziato per l'acquisto. Nulla da rimproverare: loro non ci pensavano, io non chiedevo.

Mia cugina I., più grande ed indipendente di me, lo aveva: bello, di "cartone" duro, con Bruce e la sua Telecaster in primo piano su uno sfondo scuro ed una bella striscia di fari a terra; l'artista sul suo palco! E un giorno I. mi prestò i suoi dischi. Finalmente avevo Live/1975-85 tra le mani! La prima cosa che feci fu di correre subito a comprare delle cassette da 90 minuti (ottimo compromesso tra il buon "tiraggio" di quelle da 60 e il più difficoltoso di quelle da 120): TDK o Sony, non ricordo; le presi belle. Poi, dischi alla mano, puntina , "rec"... e via a magnetizzare quell'immensa carrellata live da 220 minuti circa!

Primo ascolto: era sicuramente il "Boss", quello che conobbi con Born In The U.S.A.; tuttavia, per come l'avevo identificata, la sua musica aveva una forma decisamente nuova e sorprendente: stavo scoprendo un'artista rock di ampio respiro. C'era molto di più di quello che fino a quel momento avevo appreso di lui. Sempre energico, ma anche dolce, folk e di una certa tradizione di cantautori americani. Stavo cominciando a conoscere Springsteen in tutte le sue sfaccettature, percorrendo la sua storia nel formato "narrativo" che più gli si addice: il live!

Dal punto di vista discografico fu una raccolta che ebbe parecchi intenti: colmare la mancata produzione di un album da studio (Springsteen era "in giro" per tour dall'uscita di Born In The U.S.A.); uscita di successi in prossimità del Natale; e via dicendo. Inoltre in quel periodo Bruce non se la passava tanto bene nella sua vita privata. La scaletta proposta, poi, per molti non aveva un filo conduttore ed una omogeneità concrete e fu confezionata piuttosto frettolosamente. Ma di tutto questo "monumentale" cofanetto quel che rimane, a mio avviso, sono i suoi due pregi fondamentali: contiene dei live bellissimi ed ha fatto conoscere al pubblico mondiale chi fosse quello Springsteen che conquistò tutte le classifiche a suon di energia rock (detto in modo becero: Born To Run lo fece conoscere in tutta l'America con echi più o meno forti in Europa, e non fu che il terzo album in studio; Born In The U.S.A., il suo settimo album in studio, lo consacrò al mondo intero).

Le tracce... le elenco? Assolutamente no: tanti siti già lo fanno ed anche egregiamente (Wikipedia o il sito uffciale di Springsteen, per esempio). In questa sede preferisco rivolgere un invito... che dire se non "ascoltiamole"...

Concludo adagiandomi sulla la prima traccia (che è anche la mia preferita di tutta la produzione del Boss)...

<track>Thunder Road</track>

LR.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un tuo commento...




ポストの決勝戦!


Lettori fissi...
se non funziona fai refresh (baco di Blogger!) altrimenti "segui" in alto a sx!

Seguo anche...

Piccolo spot per un amico...