BENVENUTI  ::  CINEMA E TV  ::  INFORMATICA  ::  LETTERATURA  ::  MUSICA  ::  >  ::  PROFILO

Opinabile

è tutto ciò che scrivo, vedi tu se credermi o rendermi infelice...

martedì 24 novembre 2009

Auguri Pete Best

Anche se a fine giornata, auguri Pete!



Il quinto Beatle
Pete Best, 24 novembre 1941, oggi ancora vivo.
E' il quinto Beatle, insieme a: George Martin, Stuart Sutcliffe, Neil Aspinall, Billy Preston e Brian Epstein.

Lennon, nella famosa intervista del 1970 rilasciata a Rolling Stone ("John Lennon ricorda" di Jann S. Wenner), parlando dei Fab Four appena sciolti, si sbilanciò pesantemente contro chi pretendeva o rivendicava l'esistenza di un altro Beatle al di fuori di "favolosi quattro" (ma è anche vero che in quell'occasione rinnegò parecchie cose sui suoi The Beatles stessi...). Ma questa è un'altra storia.

Il batterista
Pete Best fu il primo batterista ufficiale dei The Beatles. Figlio della proprietaria di un club chiamato "The Casbah", da principio suonava con un gruppo dal nome di "The Blackjacks".

Nel 1960 i giovanissimi John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Stuart Sutcliffe erano già attivi nel panorama musicale del Mersey (Liverpool) con il loro gruppo il cui nome aveva già subito molti cambi, tra cui Quarry Men, Beetles, Long John & The Silver Beetles e Silver Beetles. Tuttavia erano una band di quattro chitarristi con un posto perennemente vacante alla batteria. Ma la fortuna volle girare a loro favore. Da lì a breve riuscirono a strappare ad Allan Williams, il loro manager, una scrittura per suonare ad Amburgo... a patto che si trovassero un batterista! Esibendosi nel club della signora Best e vedendo che il figlio possedeva una batteria tutta sua, il passo verso il completamento del gruppo fu naturale. Così iniziò il "mitico" periodo amburghese... era 17 agosto 1960 quando John, Paul, George, Stu e Pete si esibrono con un contratto a nome di "The Beatles".

La prima beatlesmania
Pete allora non era un grande batterista ed aveva un carattere decisamente riservato rispetto a quello degli altri membri del gruppo. Tuttavia piaceva molto alle ragazze. Fu Pete a contribuire largamente alla prima e genuina beatlesmania, quella di Liverpool. Spesso si dice che gli altri ne erano gelosi, ma altre fonti dimostrano il contrario dato che John, Paul e George sfruttavano il fascino di Pete per creare più seguito al loro gruppo. Quando i Beatles lasciarono Best, tra le fan di Liverpool vi fu una vera e propria insurrezione.

L'allontanamento
Fu nel 1962 quando, reduci dall'esperienza amburghese, John, Paul e George, non ritenendo la preparazione e il carattere riservato di Pete Best adguati ai Beatles, chiesero l'allontanamento di quest'ultimo in favore di Ringo Starr (sotto pressione del loro produttore discografico George Martin).
15 agosto 1962. La Parlophone (EMI) scrittura i Beatles e John, Paul e George chiedono a Brian Epstein di mandare via Pete Beste e di sostituirlo con Ringo

Siamo stati dei vigliacchi, ma se glielo avessimo detto in faccia, a Pete, sarebbe stato peggio. Sarebbe probabilmente andata a finire a botte.

Da "Live! Un'autobiografia dal vivo"
Le reazioni
Allontanato Best, a Liverpool, i Beatles subirono un vero e proprio boicottaggio da parte delle loro fan della prima ora, le quali, durante le esibizioni, non riconobbero Ringo al posto del loro Pete.
Lo storico road manager dei Beatles, Neil Aspinall, grande amico di Pete, per un po' si rifiutò di maneggiare la strumentazione di Ringo.
Pete stesso ci rimase molto male, soprattutto per come fu congedato.
Unfortunately, in circumstances still clouded in mystery
Pete Best was dismissed from the group he had played with for over 2 years. The real reason was never given to Pete. The rest is legend...

Dal sito di Pete Best
E poi?
Poi pete si dedicò per un bel po' di tempo ad altre cose.
Passato come il "musicista più sfortunato della storia" di recente, a trent'anni di distanza dal suo licenziamento, è stato ripagato da parte degli attuali ex-Beatles con cifre da milioni di sterline, in seguito alla pubblicazione di brani inediti con Pete alla batteria.

Per saperne di più



Le due immagini di Pete Best presenti in questo post sono prese da: Wikipedia

LR.

4 commenti:

  1. > a trent'anni di distanza dal suo licenziamento
    Fai pure 40!

    CMQ, CHE STROIA!

    (Il vero 5o bitol però era George Best!!!)

    RispondiElimina
  2. Grazie Ryo per le ... precisazioni.

    > a trent'anni di distanza dal suo licenziamento

    Ne stavo parlando prorio oggi con l'amico DM: questa parte post-beatles non la conosco bene (sto "facendo" una rassegna dei loro album dalla "nascita" alla "morte"...). Sono rimasto d'accordo con lui che verificherò meglio i dettagli della notizia riportata.

    > (Il vero 5o bitol però era George Best!!!)

    AAAAARGH! :)

    I 5nti Beatle sono veramente quelli riportati: tra le fonti che ho letto (sul mio Anobii - vedasi side bar - ci sono tutte, oltre a quelle varie su Internet) alla fine si parla sempre di uno tra George Martin, Stuart Sutcliffe, Neil Aspinall, Billy Preston e Brian Epstein.

    Oppure il 5o Beatle è uno di noi... o sono io!

    RispondiElimina
  3. http://www.youtube.com/watch?v=nplemK3Y4ns

    RispondiElimina
  4. Ok, accettato il 5o Beatle del mondo del calcio... i veri beatlesiani ce la faranno pagare cara! :)

    Comunque, sempre tenedo un tono semi-serio, un altro 5o Beatles potrebbe essere... Paul McCartney stesso! Cioè, quello di oggi. La leggenda vuole che sia morto nel 1966 e che quello attuale sia un sosia. Inoltre pare che due emeriti "guru" - tutti italiani - abbiano dimostrato che potrebbe essere vero che il Paul di oggi sia davvero un altro Paul (Wired italia di Agosto 2009)!

    Te l'ho detto, magari anche noi siamo un 5o Beatles! :D

    Per quanto riguarda la notizia dei "a trent'anni di distanza dal suo licenziamento", ho riguardato il wikipedia (en) di Pete Best:

    "In 1995, the surviving Beatles released Anthology, which featured a number of tracks with Best as drummer, and Best received a substantial windfall—between £1 million and £4 million—from the sales, although he was not interviewed for the book or the documentaries."

    Correggerò il post riformulando meglio la frase.

    1.

    RispondiElimina

Lascia un tuo commento...




ポストの決勝戦!


Lettori fissi...
se non funziona fai refresh (baco di Blogger!) altrimenti "segui" in alto a sx!

Seguo anche...

Piccolo spot per un amico...