BENVENUTI  ::  CINEMA E TV  ::  INFORMATICA  ::  LETTERATURA  ::  MUSICA  ::  >  ::  PROFILO

Opinabile

è tutto ciò che scrivo, vedi tu se credermi o rendermi infelice...

venerdì 5 ottobre 2012

Love, love me do You know I love you... 50 candeline!


LOVE ME DO... in breve

Premessa

1962. I Beatles (John Lennon, Paul McCartney, George Harrison, Pete Best senza Stuart Sutcliffe che è rimasto ad Amburgo, Germania, con Astrid...) sono tornati a Liverpool dopo un'esperienza strepitosa che li ha cresciuti, svezzati, galvanizzati e... costretti ad un ritorno roccambolesco. Suonano al Cavern. La gente impazzisce per loro e per il loro nuovo look (Astrid li ha trasformati da "spacconcelli" Teddy Boys a "fighetti" di tendenza). Arriva Brain Epstein, il loro nuovo manager, colui che poi sarà capace di portarli al successo mondiale. All'inizio il suo lavoro è duro, ma, tramite giri di conoscenze, caparbietà e fortuna, riesce a procurare ai suoi protetti un'audizione per la EMI.

Gearge Martin viene dalla classica e dal Jazz
La EMI delega il compito al responsabile di una sua etichetta - la Parlophone - specializzata nel filone Classica e Jazz: George Maritn. Martin ha vasta esperienza nel suo campo, ma non in quello della musica "leggera".

I Beatles agli Abbey Road Studios della EMI
Giugno 1962, Londra, Abbey Road, studi di registrazione della EMI. I Beatles incidono quattro pezzi: una cover di Bésame Mucho e le loro Love Me Do, P.S. I Love You e Ask Me Why. Martin pensa che ci si può ricavare qualche cosa da questi Beatles. A settembre si farà un album (Please Please Me).

Love Me Do - La nascita
Metti inieme un testo disarmate di McCartney e un'armonica lamentosa di Lennon; un RnB alla "Hey Baby!" di Bruce Channel stilizzato con coretti Jhon&Paul; e un Pete Best alla batteria. Eccoti Love Me Do!

6 guigno 1962. Siamo negli studi Abey Road e i Beatles di Brian Epstein si stanno giocando il tutto per tutto per sfondare con la EMI. Love Me Do convince George Martin: a settembre partiranno le sessioni di lavoro per un intero album - Plese Please Me.

4 settembre 1962. Pete non convince:  George Martin lo vuole sostituire. Viene chiamato Ringo, batterista amico dei Beatles, recuperato dall'esperienza amburghese: prende il posto di Best. Viene incisa Love Me Do. Meglio che con Pete, ma Martin non è ancora convinto della batteria.

11 settembe 1962. Terza registrazione di Love Me Do. Alla batteria viene ingaggiato - come session man - Andy White, mentre Ringo viene relegato al "tamburello". Martin ora è convinto della canzone.

Love Me Do - Il singolo
C'è da scegliere il singolo per il lancio dell'album e quindi del gruppo.

Tra le traccie registrate (poi non necessariamente incluse nell'lp) ce ne sono due di particolare interesse per Martin: Love Me Do (di McCartney con una mano di Lennon, ma per correttezza "contrattuale" meglio specificare: di Lennon/McCartney) e How Do You Do It? (di Mitch Murray). Il secondo pezzo è più consono all'epoca  - e forse con questo i Beatles avrebbero sfondato prima. Ma Martin scelse il più "banale" Love Me Do, probabilmente perché interessato al "feeling" del suono dell'armonica di Lennon.

5 ottobre 1962. Esce il 45 giri: Love Me Do lato A; P.S. I Love You lato B. Love Me Do è il primo singolo ufficiale dei Beatles.

Love Me Do - E' un successo?
Come esordio si piazza alla 17ma posizione delle classifiche del Regno Unito e pare che in quel di Liverpool ci sia il picco delle vendite. Di certo spiana la strada al successivo 45 giri (Please Please Me/Ask Me Why) il quale (grazie al successo - "dibattuto" negli anni - di Please Please Me) a sua volta aprirà le porte al successo del primo album dei Beatles (Please Please Me, appunto).

Love Me Do nel tempo, ovviamente, ha subito il naturale processo di "santificazione" con ripescaggi commerciali, etc., a morte dei Beatles avvenuta, etc.. Ed è diventato più di succcesso che nel 1962.

Love Me Do - E Ringo? E Pete?
Per l'esordio di Love Me Do senza Ringo al tamburello, ma alla batteria,  si spetterà fino al 1978, con l'uscita di "Rarities (The Beatles)", raccolta di inediti; mentre il povero Pete dovrà aspettare la sua suonata fino al 1995, con l'uscita di "Anthology 1".

Love Me Do - il testo
Si commenta da solo...

=0=

Love, love me do
You know I love you
I'll always be true
So please, love me do
Whoa, love me do

Love, love me do
You know I love you
I'll always be true
So please, love me do
Whoa, love me do

Someone to love
Somebody new
Someone to love
Someone like you

Love, love me do
You know I love you
I'll always be true
So please, love me do
Whoa, love me do

Love, love me do
You know I love you
I'll always be true
So please, love me do
Whoa, love me do
Yeah, love me do
Whoa oh, love me do
Whoa yeah

=0=

Love Me Do - Un video

Love Me Do - 50 anni dopo
Nel bene o nel male segna Love Me Do segna la nascita ufficiale di quei Beatles che oggi conosciamo e "glorifichiamo". E 50 anni dopo c'è la trafila delle commemorazioni - compreso questo post, si intende. Ne segnalo solo una, abbastanza accessibile a tutti - gli italiani - : Capital Beatles Day


Fonti - alcune
Love Me Do - Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Love_Me_Do
Svariate letture sui Beatles - appena ho tempo farò un post apposta ;)

LR.

P.S.: nei miei post di etichetta MUSICA puoi trovare altri "articoletti" sui Beatles...

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia un tuo commento...




ポストの決勝戦!


Lettori fissi...
se non funziona fai refresh (baco di Blogger!) altrimenti "segui" in alto a sx!

Seguo anche...

  • Constant - 25 anni fa usciva negli USA il singolo Constant Craving, una ballata avvolgente ai confini tra il genere country e il soft rock dominata da una voce femmin...
    1 settimana fa
  • Omeoutopia - Omeoutopia Anonima Andrea Cabassi Immagino saremo in molti a sapere che l'omeopatia è una minchiata. Eppure tanti altri credono sia efficace. È a questi ...
    2 settimane fa

Piccolo spot per un amico...